CI HANNO FREGATI CON LA DEMOCRAZIA

 

In un regime comunista o anarchico (per i più ignoranti “regime” non è sinonimo di dittatura, regime significa “l’organizzazione degli apparati politici di uno stato o di una comunità territoriale”, quindi anche quello democratico è un regime), dicevo, in un regime comunista o anarchico non c’è bisogno di elezioni politiche, le decisioni vengono prese per buon senso, secondo quello che è il sistema consolidato, i più ascoltano il parere di quelli ritenuti più saggi e danno il loro contributo se necessario, mentre nel sistema capitalista ci illudono con il voto, dandolo a tutti indistintamente, quindi anche ai più deficienti, anche a quelli che sono dei pezzi dimmerda, e quindi il voto di un inetto vale tanto quanto quello di una persona seria, e questa, apparentemente una cosa “democratica”, è in realtà una grande fregatura, perché se gli imbecilli sono in maggioranza ci ritroveremo un governo di imbecilli, con tutti i danni che possiamo immaginare, e questa non è solo un’ipotesi, nel nostro paese è una realtà consolidata.
I capitalisti, cioè i ricchi e potenti che schiavizzano l’umanità, fanno di tutto affinché il popolo sia in maggioranza deficiente, distruggendo tutte le fonti culturali e viceversa favorendo tutto ciò che produce imbecillità, in questo modo si creerà una massa deficiente che voterà in maniera deficiente, e i governi dei deficienti non potranno nemmeno scalfire gli schiavisti dell’umanità.
In conclusione, non contano le democrazie, contano i contesti in cui sono inserite.

Hits: 10

Questa voce è stata pubblicata in e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.