Come lavare un gatto

 

Istruzioni per lavare un gatto:

1) Preparare un asciugamano ed un phon, riempire leggermente la vasca con acqua tiepida, poi sollevate delicatamente il gatto accarezzandolo e pronunciando parole amorose con voce infantile, posizionatelo al centro della vasca e cominciate a bagnare il cucciolo partendo dal collo in direzione della coda.

2) Tamponate le ferite sulle braccia, prendete il gatto sotto il lavandino e ripetete il punto 1 contenendo le zampine del micio con mano salda ma senza trasmettergli agitazione.

3) Riemergete dalla vasca, asciugatevi, scendete al piano di sotto e recuperate l’animale dietro l’armadio, avvolgetelo nella carta da parati che ha strappato dal muro e ripetete il punto 1 avendo l’accortezza di chiudere la porta del bagno.

4) Aprite la porta, chiedete aiuto, raccogliete tutte le dita che trovate e mettetele in un sacco con del ghiaccio, ora, con una scala e un bastone, costringete la bestia a scendere dal lampadario, una volta a mezz’aria con un colpo deciso spingerlo nella vasca (precedentemente riempita fino all’orlo) e con l’aiuto di un mocio strofinarlo energicamente.

5) Rinvenite. Prendetevi due minuti per capire dove siete, liberatevi dal cavo del phon attorno al collo e fatevi largo tra le macerie fino a trovare una via di uscita. Munitevi di lancia e scudo nel caso il bastardo fosse ancora dentro casa, sigillate porte e finestre e aprite tutti i rubinetti, allagate casa sperando almeno di inumidirlo.

6) Ringraziate i paramedici e scendete dall’ambulanza, pagate i danni che quell’infame ha procurato al vicinato e stipulate un’assicurazione sulla vita prima di andare a riprenderlo al gattile.

7) Chiedetegli scusa. Veneratelo mentre si lecca via l’odore della vostra inferiorità!

Hits: 57

Questa voce è stata pubblicata in e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

1 Response to Come lavare un gatto

  1. daniela scrive:

    buongiorno mi sapete dire l’autore di questo divertente articolo – istruzioni per lavare un gatto? -l ho visto in rete altre volte ma non c’è mai scritto l’autore… grazie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.