Eroi Immortali

 

 

Bisognerebbe richiamare in vita il mio papà Carlo, partigiano in Istria a fianco delle razze slovene, che amo’, ma anche critico’ per l’eccesso di violenza. Ma chi crede che la guerra sia un mazzetto di violette?
L’ odio e la vendetta albergano feroci in tutti i cuori.
Mio padre, da me adorato, me ne parlò davvero poco. Ma sempre con l’ orgogliosa certezza di aver agito dalla parte giusta sempre.
E poi…moltissimo tempo dopo, lui agli ultimi suoi anni, passammo nella campagna friulana deserta , accanto ad un camposanto. Lui volle scendere dall’automobile. Aveva riconosciuto un piccolissimo cimitero partigiano. Si può definure bello un camposanto abbandonato tra i campi ? Lui vi entrò felice come un bambino, guardando ad una ad una ogni tomba.
E poi, uscendo disse: “Oggi sono felice, ho visto un cimitero dei partigiani”. Era soddisfatto come se avesse fatto una “gran pescata” , orgoglioso di aver sfamato la sua famiglia per vari giorni, mentre era uno dei tanti disoccupati.
Per me quel giorno per lui così felice, resterà per sempre indimenticabile.
Ormai vecchio, i suoi ideali erano quelli di sempre, come le sue azioni di allora, nel nome della giustizia e della libertà. Io, non sono che la sua figlia orgogliosa.

 

Anna Devescovi

 

Un Partigiano

Un garofano rosso, 
un’ anima in pianto.
E poi una rosa rossa, 
sbocciata di notte, 
tra una stella e la luna.
E poi, ancora, un papavero
dai petali che parlano 
–  molto difficili da udire
e da comprendere – 
E in mezzo una stella alpina,
scesa stanotte dai monti per stare 
assieme agli altri, a consolarli 
di un grande dolore.
Questi poveri fiori ti porterò papà :
è  tanto tempo che non rivedo 
Il tuo sorriso da vecchio saggio.
devo parlarti di Libertà, mio caro,
ma forse il dolce canto del papavero 
tutto ti dirà,  della mia disperazione. 
Tu seguimi sempre
con voglia di lotta, 
tu frena mentre scivolo,
anche se continuo a scivolare, 
la lotta tua non sia la mia, 
ti prego,
volami dietro, volami incontro:
ti ricordi le rondinelle di mare, 
nel giorno chiaro di maggio?
Ecco,  ora vorrei dormire con te,
sulla piccola tolda blu.
Riportami in mare, mio vecchio amato,
riportami a casa, perché  possa sognare con te, d’essere libera, 
scatenata tra le mille farfalle
del nostro Museo venduto a pezzi !
Riportami fra i cristalli abbaglianti,
voglio vivere ancora con te 
nel canto libero di quei bagliori.
E insegnami le mille cose sconosciute 
del tuo essere un uomo diverso, arrabbiato,  violento, armato.
Parlami, parlami ancora, 
dimmi davvero tutto –  e non piangero’ –
di quel tuo essere, tra le pozze di sangue dei morti senza nome, 
un Partigiano!
.
.
.

Tua figlia

 

A mio padre Partigiano

Un garofano rosso
un’anima in pianto.
E poi una rosa rossa,
sbocciata di notte,
tra una stella e la luna.
E poi, ancora, un papavero
dai petali che parlano
– molto difficili da udire
e da comprendere –
e in mezzo una stella alpina,
scesa stanotte dai monti per stare
assieme agli altri, a consolarli
di un grande dolore.
Questi poveri fiori ti porterò papà :
è tanto tempo che non rivedo
Il tuo sorriso da vecchio saggio.
Devo parlarti di Libertà, mio caro,
ma forse il dolce canto del papavero
tutto ti dirà, della mia disperazione.
Tu seguimi sempre
con voglia di lotta,
tu frena mentre scivolo,
anche se continuo a scivolare,
la lotta tua non sia la mia,
ti prego,
volami dietro, volami incontro :
ti ricordi le rondinelle di mare,
nel giorno chiaro di maggio ?
Ecco, ora vorrei dormire con te,
sulla piccola tolda blu.
Riportami in mare, mio vecchio amato,
riportami a casa, perché possa sognare
con te , d’ essere libera,
scatenata tra le mille farfalle
del nostro Museo venduto a pezzi !
Riportami tra i cristalli abbaglianti,
voglio vivere ancora con te
nel canto libero di quei bagliori.
E insegnami le mille cose sconosciute
del tuo essere un uomo diverso, arrabbiato,
violento, armato.
Parlami, parlami ancora
dimmi davvero tutto – e non piangero’ –
di quel tuo essere, tra le pozze di sangue
dei morti senza nome,
un Partigiano !

Hits: 180

Questa voce è stata pubblicata in e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.

11 risposte a Eroi Immortali

  1. Piero scrive:

    Eroi Immortali!
    Non finiremo mai di ringraziarli.

    Anna, sii orgogliosa di tuo padre!

  2. Silvia scrive:

    Bellissima storia!
    Grazie!

  3. Enrico ANPI scrive:

    Possiamo scrivere liberamente.
    Esprimere i nostri pensieri solo perchè c’è chi ce lo ha permesso!
    VIVA I PARTIGIANI!

  4. brigate ANTIFA scrive:

    Compagni Partigiani!
    C’è ancora bisogno di voi!

  5. viva i partigiani scrive:

    Papà Carlo…
    Anna, grazie per averci messi a parte di questa storia.

  6. Anna Devescovi scrive:

    Ringrazio di cuore coloro che si sono resi partecipi dell’episodio sul mio caro papà.
    Per sempre viva ai nostri Partigiani!

  7. mario scrive:

    Bellissimo.
    Una figlia che ricorda il padre Partigiano!

  8. Antonella scrive:

    Bellissimo ricordo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.