RAZZISMO: L’Italia incivile!

C’è una cosa che non sopporto: il pane messo al contrario sulla tavola.

È un retaggio culturale, deriva da quando mio fratello ed io eravamo piccoli e mamma e papà ci spiegavano che il pane andava rispettato, perché rappresentava il lavoro dell’uomo e perché il cibo era un bene, di cui non tutti disponevano.

E io, ancora oggi, il pane sulla tavola lo metto dritto, memore di questo insegnamento, che ritenevo fosse parte della nostra cultura popolare.

Invece ieri, il pane è stato deliberatamente calpestato, per evitare che potesse nutrire bocche di persone non gradite.

Credo che ci siano delle frontiere che non debbano mai essere superate in una società, perché possa definirsi civile. E noi le abbiamo superate. Con ieri, definitivamente superate.

Da Facebook

Hits: 391

Questa voce è stata pubblicata in e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.